Pasqua Ischia, Offerte

Pasqua ad Ischia , scopri i nostri Hotel dove alloggiare in promozione, e gli eventi da non perdere.

Con la Pasqua ad Ischia inizia la nuova stagione turistica, durante il ponte delle vacanze di Pasqua, che quest’anno cade venerdì 7 e lunedì 10 Aprile, molti turisti si recano in Visita ad Ischia per godere delle prime belle giornate di sole, cure termali e passeggiate all’aria aperta. Molti hotel riaprono i battenti ed è quindi possibile approfittare di Offerte Last minute Vantaggiose che includono trattamenti e cure termali.

Durante il periodo Pasquale ad Ischia vi sono numerose manifestazioni legate alla tradizione popolare che ogni anno attirano migliaia di turisti. Il questa pagina trovi le Offerte per le vacanze di Pasqua ad Ischia e le informazioni di cui hai bisogno, su gli eventi da non perdere durante questo periodo molto bello e suggestivo dell’anno. Scopri subito  le migliori Offerte di Pasqua 2023 ad Ischia firmate ischiahotelbeds.it.

Tutte le Offerte di Pasqua ad Ischia

Pasqua ad Ischia eventi e manifestazioni da non perdere

La festa di Pasqua ad Ischia sancisce l’inizio della nuova stagione turistica, quest’anno il giorno di Pasqua cade domenica 9 Aprile, per il ponte di Pasqua ad Ischia, tanti hotel riaprono i battenti, generalmente non tutte le strutture ricettive presenti sull’isola sono operative però già per questo periodo, alcuni infatti scelgono di riaprire per il 1 Maggio.

La festa di Pasqua è molto sentita dagli abitanti dell’isola, e dal Venerdì Santo fin o al Lunedì in Albis, detto anche Pasquetta, si svolgono riti e manifestazioni religiose un pò in tutta l’isola, ma i riti cristiani principali si svolgono all’interno della Cattedrale situata nel comune di Ischia nel borgo di Celsa.

I turisti che giungono ad Ischia per le Vacanze Pasquali, sono spesso affascinati da queste manifestazioni che uniscono sacro e profano, eventi che non riguardano solo l’isola d’Ischia in se ma anche la vicina isola di Procida. Se hai deciso di trascorrere le tue vacanze di Pasqua 2023 ad Ischia, oltre a trascorrere fantastiche giornate alle terme, è bene sapere cosa fare cosa vedere durante il ponte di Pasqua ad Ischia, a seguire troverai le manifestazioni che non ti puoi perdere assolutamente.

Actus Tragicus a Forio d'Ischia di Pasqua

Forio d’Ischia – L’Actus Tragicus il Venerdì Santo

L’Actus Tragicus, il Venerdì Santo a Forio

L’Actus Tragicus, si svolge a Forio la sera del Venerdì Santo, ed è una rappresentazione dell’originale dramma sacro della passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo, messa in scena per le strade di Forio, dove attori e figuranti, vestiti con abiti dell’epoca, realizzati da artigiano foriano, attraversano le strade del centro in processione. La sua prima messa in scena risale a l 1982, ad opera di un gruppo di giovani del posto.

La processione parte da piazza Municipio e finisce al piazzale della chiesa del Soccorso, lungo questo tragitto vengono rappresentate tutte le scene dell’originale rappresentazione messa in opera da San Francesco d’Assisi nel lontano 1111, dall’ultima cena fino ad arrivare al Calvario.

Un evento molto toccante, dall’inizio alla fine, dove attori e figuranti impersonificano a pieno personaggi ed emozioni, tipiche della tragicità dell’evento, spesso accompagnato da lunghi momenti di silenzio, che coinvolgono letteralmente le migliaia di persone che sono li ad assistere e a pregare.

La processione dei misteri a Procida di Pasqua

Procida – La processione dei misteri di Venerdì Santo

La processione dei Misteri di Procida

Sempre di Venerdì Santo nella vicina isola di Procida, distante solo 15 minuti di aliscafo, si tiene una delle processioni più importanti e suggestive della Campania, La processione dei Misteri, dove carri allegorici rappresentanti scene della passione di Cristo, del vecchi e del nuovo testamento, insieme ad una statua lignea del Cristo morto, sfilano in processione attraversano le vie principali di Procida, partendo dalla terra Murata (un antica fortezza sul mare) fino ad arrivare a marina grande.

Una tradizionale processione iniziata secoli fa dalla confraternita dei Turchini, fondata dall’ordine dei Gesuiti nel 1629; i misteri vengono realizzati ogni anno, seguendo temi differenti, con materiali poveri, come legno e cartapesta.

Il corteo parte alle prime luci dell’alba, ed il suo inizio viene segnalato con uno squillo di tromba e tre colpi di tamburo, il tutto è surreale, ed immerge in ambientazione tipica di centinaia di anni fa, non mancano scene cruente come quella della flagellazione. Un connubio di forti emozioni che negli anni attira sempre più turisti.

Forio d’Ischia – La corsa degli Angeli di Pasqua

La corsa dell’Angelo

La corsa dell’Angelo di tiene ogni anno il giorno di Pasqua nel comune di Forio, ed è un a rappresentazione che rievoca l’annuncio della resurrezione di Cristo. Quattro statue lignee rappresentanti Gesù, la Madonna, l’angelo e San Giovanni escono in processione da l’Arciconfraternita di Santa Maria di Visitapoveri e vengono portate a spalla per le strade del corso di Forio.

Durante la processione vengono cantati tutta una serie di inni religiosi in latino volgare, atti a salutare l’angelo venuto ad annunciare, a Maria ed a San Giovanni, la resurrezione del Cristo. il momento più bello è lo svelamento del volto della madonna, rappresentante la consapevolezza della vita oltre la morte, una cosa molto importante per la religione Cristiana. Subito dopo le campane della Basilica di Santa Maria di Loreto iniziano a suonare a festa, insieme al tripudio delle tante persone che assistono. Un evento alla quale vale la pena assistere.

Barano d’Ischia – La’ndrezzata il giorno di Pasquetta

La ‘ndrezzata

Il Lunedì in Albis invece è possibile assistere alla ‘ndrezzata di Barano d’Ischia, una danza tipica che si svolge in occasione della Pasquetta e della festa di San Giovanni Battista (24 giugno). La ‘ndrezzata viene eseguita da ballerini in abiti caratteristici che eseguono un canto rituale accompagnato dal suono di piccoli bastoni.

I 18 danzatori eseguono la danza come un vero e proprio rituale diviso in tre momenti, la sfilata, la predica e la danza.9 danzatori indossano un corpetto rosso con fascia verde, mentre l’altra metà un corpetto verde con fascia rossa.